Migliori adattatori digitali, analogici, per informatica, adattatori elettrici: guida completa

Se c’è una tipologia di prodotti che, almeno una volta nella vita, tutti si trovano ad acquistare, molto probabilmente è quella degli adattatori. Adattatori per pc, per la corrente elettrica, per reti idrauliche, per dispositivi multimediali e smartphone: ad ogni prodotto a cui possiate pensare, corrisponde un adattatore apposito.L’avvento della tecnologia e l’ingresso deciso di una moltitudine di dispositivi e prodotti elettronici nelle case delle persone, non ha fatto altro che accentuare il bisogno e la richiesta di adattatori di moltissimi tipi diversi. Per questo motivo, sia online che nei negozi, al giorno d’oggi potete trovare una varietà sconcertante di adattatori diversi, con scopi diametralmente opposti! 

Nonostante, nell’età moderna, la parola adattatore faccia subito pensare ad un prodotto elettronico o informatico, occorre sottolineare che gli adattatori esistono da moltissimo tempo e, in questa categoria di prodotti, rientrano moltissimi prodotti al 100% analogici. Basti pensare alle riduzioni per i tubi dell’acqua, o agli adattatori per gli attrezzi da meccanico e così via.

L’approfondimento di oggi sarà un tentativo, da parte nostra, di mostrarvi rapidamente il mondo degli adattatori: da quelli più semplici a quelli per dispositivi elettronici complessi, senza scendere troppo nello specifico ma dandovi comunque le informazioni necessarie per navigare in questo mare di prodotti, insomma: il nostro atlante sugli adattatori!
Inizieremo il nostro viaggio parlando delle tipologie di adattatori più vendute per poi addentrarci nei meandri dei prodotti meno conosciuti e più oscuri! Continuate a leggere se siete interessati.

Introduzione

Parlando di adattatori possono venire in mente, solitamente, 3 distinte categorie di prodotti che possono comodamente essere trovate sul mercato: gli adattatori “informatici”, gli adattatori elettrici e gli adattatori analogici. Queste 3 categorie sono ottimi indicatori per orientarsi nel mondo degli adattatori e ci aiutano a definire 3 distinte regioni dalle quali iniziare la ricerca del prodotto a cui siamo interessati.

Adattatori “informatici”

Il nome adattatori informatici potrebbe sembrarvi, in qualche modo, una forzatura. In realtà come abbiamo già accennato prima il boom dell’informatica ha fatto sì che tutti: dai più informati ai meno interessati prima o poi avessero il bisogno o la curiosità di acquistare un qualche tipo di prodotto informatico.

Con l’introduzione in dosi massicce dei prodotti informatici nelle vene del mercato, gli utenti hanno cominciato a necessitare di adattatori che permettessero di interfacciare diverse tipologie di piattaforme che, altrimenti, sarebbero state del tutto incompatibili. Basti pensare come, fino a qualche anno fa, il jack fosse pressoché l’unico modo per connettere delle cuffie ad un dispositivo. Ora invece un paio di cuffie può sfruttare bluetooth, usb, usb type-c e, ovviamente, il jack.

Gli adattatori informatici sono prodotti che tendono ad avere prezzi molto vari: si può ottenere un adattatore bluetooth per la cifra irrisoria di 6 euro al massimo. Allo stesso tempo, però, un buon adattatore audio professionale può costare anche più di 50 euro. Insomma, nella maggior parte dei casi, per gli adattatori informatici si paga quelli che si acquista: non di più e non di meno. Ma cosa si può acquistare?

Con la premessa che, per chiunque, sarebbe impossibile stilare una lista completa di tutti gli adattatori informatici presenti sul mercato; ecco quelli che riteniamo essere i più importanti.

Tra gli adattatori più acquistati troviamo sicuramente quelli pensati per offrire la possibilità ad una macchina di sfruttare la connettività wireless: stiamo parlando di adattatori wi-fi e bluetooth per pc, smart tv e a volte anche automobili. Questi dispositivi possono costare dai 6 ai 20 euro e sono molto piccoli; solitamente vengono inseriti nella macchina tramite una porta usb. 

Un altro tipo di adattatori informatici che ha occupato in modo evidente una grossa fetta del mercato sono gli adattatori per output video. Questi adattatori sono i classici dispositivi che permettono ad un utente di collegare uno schermo ad un pc anche se le porte dei due dispositivi non combaciano. Un adattatore per output video può, ad esempio, trasformare una displayport in un uscita hdmi, o viceversa; può trasformare un vga in un hdmi e così via. Questi dispositivi, seppur fino a qualche anno fa non fossero molto diffusi, ultimamente stanno spopolando per via della tendenza, soprattutto da parte di intrattenitori, creativi e lavoratori digitali, di allestire postazioni con più schermi attivi contemporaneamente.

Il terzo, ed ultimo, tipo di adattatori informatici che vogliamo portare alla vostra attenzione è quello degli adattatori usb. In realtà adattatori usb è un termine molto poco specifico che può includere una moltitudine di prodotti differenti. Ciò che si intende per adattatore usb è: un adattatore che trasforma un qualsiasi tipo di ingresso in uno di tipo usb. Anche alcuni degli adattatori che abbiamo già elencato rientrano in queste categorie, ma ci teniamo a sottolineare l’importanza di questi adattatori nell’epoca degli smartphone. Infatti gli smartphone sono dotati, solitamente, di un unico ingresso usb utile per caricarli, interfacciarli ad altri dispositivi e così via. 

Adattatori elettrici!

Ci distacchiamo ora dal mondo della trasmissione automatica di dati per parlare di una tipologia di adattatori che, pur occupandosi di corrente elettrica, lo fa in modo molto diverso. Infatti parleremo degli adattatori elettrici: ossia tutti quei prodotti che permettono di convertire la corrente elettrica oppure di convertire il tipo di presa (o spina) in quello che più ci serve al momento.

Gli adattatori elettrici sono, probabilmente, nelle case di tutti gli italiani e, sicuramente, di tutti coloro che possiedono almeno un elettrodomestico: in modo simile ai paragrafi precedenti, vediamo quali sono gli adattatori elettrici più importanti e più acquistati!

Gli adattatori elettrici per prese estere: parliamo ora di una tipologia assolutamente importantissima per gli impianti elettrici di tutto il mondo siano essi industriali o domestici. Gli adattatori elettrici per prese estere sono dei semplici convertitori che permettono di collegare alla rete elettrica di standard italiano, i dispositivi creati in stati diversi. Basti pensare alle famosissime prese tedesche, allo standard inglese oppure a quello americano per capire quanto possano differire le varie prese (e di conseguenza anche le spine) rendendo fondamentali questi prodotti. 

Gli adattatori per l’illuminazione! Un altro aspetto fondamentale degli impianti elettrici è quello di poter fornire energia elettrica ai dispositivi di illuminazione nelle case, negli uffici e così via. Gli adattatori per l’illuminazione sono una categoria di prodotti, molto difficile da definire, che aiuta l’utente a stabilire un impianto di illuminazione senza eseguire modifiche radicali al proprio impianto elettrico. Stiamo parlando, ad esempio, degli adattatori a bottiglia i quali permettono di avvitare una lampadina in un apposito portalampada e, in seguito, collegare il tutto alla corrente tramite una semplice spina. Un altro esempio di adattatori per l’illuminazione sono gli adattatori per gli attacchi delle lampadine ossia tutti quei convertitori a “vite” che permettono di installare lampadine dall’attacco piccolo in ingressi grandi e viceversa.

Uno strato considerevolmente importante del mercato degli adattatori elettrici è occupato dagli adattatori per grandi elettrodomestici: lavatrici, lavastoviglie, freezer e frigoriferi. Questi adattatori permettono la conversione della spina fornita con l’elettrodomestico in una utilizzabile con le normali prese domestiche; oppure permettono di convertire la corrente in arrivo in una utilizzabile dell’elettrodomestico!

Infine ci sembra fondamentale citare gli adattatori elettrici per l’alimentazione, comunemente chiamati alimentatori: questi dispositivi ci permettono di alimentare le più svariate macchine, più o meno complesse, semplicemente connettendole, tramite alimentatore, alla presa elettrica. Gli alimentatori possono essere più o meno articolati e complessi ma, in ogni caso, il loro compito e quello di trasformare la corrente in entrata in una utilizzabile dal prodotto per il quale sono stati pensati. Gli adattatori di corrente elettrica per l’alimentazione sono quelli che caricano i nostri smartphone, permettono ai nostri elettrodomestici di funzionare, danno energia ai nostri computer e così via. Inutile sottolineare ulteriormente l’importanza di questi prodotti nel mondo moderno.

Adattatori analogici.

Se prima abbiamo definito gli adattatori analogici una “regione” nel mondo degli adattatori forse abbiamo sottostimato l’importanza e la vastità di questa tipologia di prodotti. Infatti, per rendere la nostra similitudine più corretta, dovremmo dire che gli adattatori analogici sono veri e propri continenti del nostro atlante sul mondo degli adattatori. Dall’adattatore che permette ad un cacciavite a “taglio” di diventare un cacciavite a “stella”, all’adattatore che permette ad un tubo dell’acqua di grande di diametro di diventare più piccolo. Ma gli esempi non si fermano qui: potremmo parlarvi degli adattatori per i fornelli della cucina, degli adattatori per gli impianti del gas, di quelli per le macchine agricole fino ad arrivare a quelli per l’inchiostro delle penne stilografiche. Tutto questo solo per provare a rendervi un’idea generale di quanto sia vasta e quasi impossibile da catalogare questa categoria di adattatori.

Tra gli adattatori analogici più diffusi possiamo citare quelli per l’idraulica, quelli per gli impianti del gas e del riscaldamento, gli adattatori per i prodotti di cartoleria e ufficio, gli adattatori per macchine agricole e gli adattatori per automobili. Insomma esistono adattatori analogici per ogni necessità e ogni ambito professionale e non! Ovviamente data la vastità della categoria di prodotti di cui stiamo trattando ci risulta impossibile fare un esempio per ogni tipo di prodotto, ma speriamo di aver reso l’idea su cosa si possa trovare all’interno di questo settore!

Come scegliere un adattatore.

Ora che abbiamo parlato di quali sono le principali categorie di adattatori e dei prodotti di spicco per ogni singola categoria, possiamo passare ad una guida pratica su come scegliere il prodotto ideale per le proprie esigenze. Per semplicità abbiamo deciso di fare un esempio, con un solo tipo di prodotto, così da spiegare con facilità quali siano le regole e gli accorgimenti da seguire quando si sceglie un adattatore di qualsiasi tipo, dimensione e prezzo.

Il prodotto che vogliamo “acquistare” è un adattatore bluetooth: un semplicissimo dispositivo per la connettività del nostro pc. Vediamo insieme quali sono i passaggi che è consigliabile effettuare per acquistare un prodotto qualitativamente valido.

Il primo step è sicuramente capire quel che vogliamo: dobbiamo identificare quali sono le caratteristiche fondamentali che il prodotto deve avere per soddisfare le nostre esigenze. Nel nostro caso, ad esempio, vogliamo che abbia una portata di 10 metri minima e non sia molto ingombrante così da poterlo infilare in mezzo ad altri dispositivi sul retro del nostro pc.

Una volta identificate le nostre necessità e i punti focali da ricercare nel prodotto, non resta altro da fare che mettersi effettivamente alla ricerca di ciò che ci serve, il che ci porta allo step numero 2.

Il secondo step è quello più lungo e noioso: la ricerca delle informazioni sui prodotti per capire quale sia il migliore secondo i nostri criteri di ricerca. Insomma, dobbiamo leggere recensioni, guardare video, consultare schede tecniche e, in generale, informarci sui prodotti che catturano la nostra attenzione. Spesso ci capiterà di essere interessati ad un prodotto ma, informandoci, ci renderemo conto che un altro prodotto, magari dello stesso brand, è più conforme alle nostre esigenze. Riferendosi sempre al nostro esempio dell’adattatore bluetooth: in questo caso consultare le schede tecniche dei prodotti, specialmente negli shop online, è la soluzione migliore. In questo modo potremo facilmente identificare la portata e l’ingombro dei vari dispositivi e acquistare quello migliore per le nostre esigenze.

Il terzo step non è necessario ma è molto utile per assicurarsi i migliori acquisti possibili. Dopo aver controllato le schede tecniche dei prodotti sicuramente ci troveremo con 2 o 3 prodotti molto simili ma con piccole differenze tecniche e nel prezzo. In questo step dovremo fare delle scelte e capire quale sia il prodotto migliore per le nostre esigenze e anche per le nostre tasche! Ad esempio potremmo trovare degli adattatori bluetooth con 10 o 15 metri di portata: abbiamo stabilito che il minimo indispensabile deve essere 10 metri, occorre valutare se i 5 metri in più possano essere utili! Ovviamente con 5 metri in più di gittata avremo anche dei prezzi maggiori.

Step quattro: acquistare! Sì, dopo questi semplicissimi 3 step potrete finalmente acquistare l’adattatore bluetooth che fa al caso vostro.

Consigli utili per l’acquisto degli adattatori.

Come abbiamo già detto il mondo degli adattatori è molto vasto e per scegliere un prodotto qualitativamente ottimo occorre avere un minimo di conoscenza dell’ambiente, fortunatamente però esistono moltissimi modi per orientarsi senza avere una vera e propria conoscenza del settore specifico, vediamo quali sono.

Il primo “trucchetto” che può aiutare ad orientarsi nel mondo degli adattatori è quello di seguire i brand. Un po’ come un esploratore saprebbe dedurre la possibile fauna di un ambiente dal clima, un utente può capire moltissimo su un prodotto dal brand che lo produce. Nello specifico alcuni produttori di adattatori non si limitano ad un solo tipo di prodotto, anzi, producono moltissimi tipi di adattatori diversi e, solitamente, se un adattatore usb di un brand è di buona qualità allora, molto probabilmente, anche l’adattatore bluetooth di quel brand sarà di buona qualità. Un discorso analogo si può fare per i brand specializzati: se un brand produce solo ed esclusivamente componenti elettriche di buonissima qualità, possiamo aspettarci che un eventuale adattatore elettrico o alimentatore di quel brand sia di livello altrettanto buono.

Il secondo consiglio che vogliamo darvi è quello di “copiare” dai professionisti: se un professionista sceglie un determinato adattatore per, ad esempio, l’illuminazione della propria casa: molto probabilmente quell’adattatore è un buon prodotto. Se, invece, molti professionisti scelgono un prodotto allora significa che la qualità è sicuramente elevata. Ciò non di meno prestate attenzione ai prezzi dei prodotti scelti dai professionisti: potrebbero non essere adatti a tutte le tasche!

Il terzo consiglio è quello di informarsi sempre il più possibile prima di acquistare: una sola opinione potrebbe non essere sufficiente! Sempre parlando di adattatori informatici, immaginate se un produttore ogni 100 prodotti ne facesse 50 malfunzionanti: informandosi poco potrebbero capitarci solo recensioni dei 50 prodotti funzionanti! Ovviamente questo è un esempio “limite” perchè difficilmente un produttore mette sul mercato il 50% dei dispositivi malfunzionanti ma rende molto bene l’idea di base: informarsi da più fonti possibili è sempre una buona idea.

Il quarto consiglio, forse il più importante, è quello di chiedere a chi conosce bene il settore: un amico, un professionista, un appassionato sono molte le persone che potrebbero saperne più di un utente comune e i settori coperti dagli adattatori sono talmente tanti che una singola persona non potrebbe mai conoscere tutto ciò che c’è da sapere. Un consiglio di un esperto ci è utile sia per capire quel tipologia di prodotti possa essere più utile, sia per capire dove e come acquistare.

L’ultimo consiglio che vogliamo darvi è quello di, soprattutto con i prodotti più semplici e piccoli, acquistare formati convenienza o simili. Insomma acquistate confezioni con più prodotti all’interno, oppure confezioni con più versioni dello stesso prodotto. Questo tipo di ragionamento è valido soprattutto con gli adattatori analogici: basti pensare agli adattatori per l’idraulica che spesso vengono venduti in set contenenti prodotti che svolgono la stessa funzione ma hanno molte misure diverse. Questo vi permetterà di avere scelta, risparmio e eventuali ricambi per tutte le vostre necessità.

Con questo possiamo concludere il nostro atlante sul mondo degli adattatori: abbiamo provato ad inserire tutte le tipologie di adattatori che abbiamo ritenuto importanti; ciò non di meno esiste un’altissima possibilità che abbiamo dimenticato qualcosa. Ma non vi preoccupate: nel nostro blog troverete moltissime altre recensioni, opinioni e guide sul mondo degli adattatori, sicuramente troverete quello che vi serve.

Alice Sogno

Nel mio studio grafico, mi occupo di: grafica pubblicitaria con soluzioni eco-sostenibili, web design, grafica per eventi, grafica per il web e la stampa, ed illustrazione. Inoltre, da tempo collaboro con aziende e case editrici per la redazione di articoli e contenuti multimediali. Arte, lettura, illustrazione e fotografia... per lavoro e per passione!

Back to top
menu
miglioriadattatori.it