Tutti gli adattatori per camoeggio: tipologie di prodotti, utilità, costi

Nonostante tutte le comodità che possono essere offerte in un hotel o in un resort, il campeggio continua a mantenere un certo fascino che attrae ogni anno milioni di persone. Il campeggio può essere fatto con un camper, in tenda e in apposite aree adibite. In ogni caso, però, le persone in vacanza difficilmente riescono a rinunciare ad alcune comodità come la corrente elettrica: utile per cucinare, intrattenersi con un po’ di tv la sera, riscaldarsi e ricaricare gli smartphone. Fortunatamente, i proprietari delle aree predisposte al campeggio, sono a conoscenza di questo bisogno da parte dei clienti e predispongono delle potenti prese industriali nelle loro aree. Come utilizzare queste prese? Semplice, con un adattatore da campeggio. Nella guida di oggi ci occuperemo di questi prodotti: vedremo prezzi, caratteristiche e funzionalità per aiutarvi nell’acquisto.

Introduzione.

Tutti coloro che sono appassionati di campeggio sanno che, oltre all’essenziale, nel proprio kit non può mancare un paio di adattatori da campeggio: questi prodotti sono pensati e realizzati per permettere a chiunque di fornire corrente ai propri dispositivi, connettendosi a prese molto potenti, senza danneggiarli. Insomma, si tratta di veri e propri salva vita per tutti coloro che vogliono vivere l’esperienza del campeggio ma senza rinunciare alle comodità che il progresso tecnologico ci ha fornito.

Com’è fatto un adattatore da campeggio.

I prodotti protagonisti della guida odierna si presentano come dei “cilindri” di materiale plastico. Da una parte del cilindro possiamo trovare una spina che può essere comodamente inserita in qualsiasi presa industriale (riconoscibile per la disposizione degli spinotti e per la grandezza di questi ultimi). Dall’altra parte, invece, troviamo una semplice presa che può essere conforme allo standard italiano oppure a quelli esteri.

Solitamente il colore è uno dei fattori che aiuta a individuare facilmente i prodotti di cui stiamo trattando: la metà del cilindro che va collegata alla presa industriale, nella maggior parte dei casi, è di colore blu, mentre l’altra metà è bianca o di colore grigio scuro.

Esistono moltissime varianti di adattatore da campeggio: da quelli che presentano una spina da inserire nella presa industriale e 3 prese normali (utili per collegare più dispositivi alla stessa spina senza dover ricorrere a multiprese o altri sdoppiatori); fino ad arrivare a quelli muniti di un lunghissimo cavo utili per essere usati come “prolunga”. Consigliamo l’acquisto di entrambi i prodotti appena citati per poter avere la massima comodità!

Un aspetto importantissimo degli adattatori da campeggio è quello del design waterproof. Anche se, nella maggior parte dei casi, non si tratta di una protezione completa dall’acqua (non immergete il vostro adattatore da campeggio nell’acqua) i prodotti protagonisti della nostra guida sono costruiti in modo da fornire un certo livello di protezione dalle intemperie!

Quanto costa un adattatore da campeggio.

Arriviamo ora alla nota dolente per quanto riguarda gli adattatori da campeggio: il prezzo. Sfortunatamente la specificità di questi prodotti fa si che la richiesta non sia moltissima e, inoltre, i prezzi di produzione di un prodotto di elettronica sicuro e ben funzionante non sono pochi. Se si somma quanto appena detto al fatto che, nel 90 per cento dei casi, si acquistano uno o due adattatori e questi durano tutta la vita dell’utente, si può facilmente capire come i prezzi di questi prodotti siano relativamente alti.

Per portarvi un metro di paragone, un adattatore elettrico di uso comune di qualsiasi tipo arriva ad un costo massimo di 8 euro; un adattatore da campeggio, invece, può arrivare a costare anche 30 euro. Fortunatamente, però, esistono delle vie di mezzo: il prezzo più basso, per un prodotto semplice e senza funzionalità aggiuntive, è di circa 8 o 9 euro. Gli adattatori multipresa, invece, possono arrivare a costare 15 0 20 euro l’uno. Lo stesso vale per i prodotti muniti di un lungo cavo, in base alla lunghezza totale del prodotto, si possono avere prezzi che vanno dai 15 ai 25 euro!

Notiamo subito come gli adattatori per campeggio siano più costosi rispetto agli altri prodotti per la corrente elettrica ma, fortunatamente, non si usurano o rompono facilmente e questo ci permette di avere un buon margine di risparmio comprando un prodotto di buona qualità e cercando di usarlo con cura. La vita di questi prodotti, infatti, è molto lunga: ne è una prova la totale assenza di “formati convenienza” o parti di ricambio sul mercato.

Altri tipi di adattatori che potrebbero servirvi!

Parlando di adattatori che possono essere usati in campeggio, ci sono venuti in mente alcuni prodotti che potrebbero essere utili ad un utente che vuole intraprendere un’avventura di questo tipo. Vediamoli uno per uno.

In primo luogo vorremmo parlare degli adattatori per il gas: prodotti utilissimi sui camper ma anche negli “accampamenti” in mezzo ai boschi. Questo tipo di prodotti serve per attaccare una bombola del gas ad un fornello, fornelletto o stufa. Ovviamente occorre prestare attenzione alla grandezza dei tubi e agli attacchi sia della bombola che dello strumento.

Esistono anche adattatori per i fornelletti a gas. A differenza dei prodotti elencati appena sopra, questo tipo di adattatori, serve a convertire l’attacco del gas di un fornelletto in un determinato tipo standard: utilissimo per attaccare il proprio fornelletto ad una bombola presa in prestito o comprata all’ultimo momento. Consigliamo l’acquisto di questo prodotto a tutti coloro che non vogliono farsi trovare impreparati davanti a delle emergenze!

Un esempio dell’utilità degli adattatori da campeggio!

Un ultimo prodotto che vorremmo menzionare è quello dei piani cottura ad induzione: questi prodotti portatili, pur non essendo adattatori veri e propri si sposano benissimo con l’argomento principale del nostro articolo. Infatti, con un adattatore da campeggio, un piano cottura ad induzione e una pentola potete “costruirvi” una cucina in pochissimi secondi; inoltre questo tipo di prodotti pesa sicuramente meno di una piccola bombola del gas, e risulta meno ingombrante: uno zaino molto più leggero e con più spazio libero!

Detto questo, possiamo concludere la nostra guida all’acquisto degli adattatori da campeggio. Se state cercando altre informazioni sul mondo degli adattatori, non esitate a fare un salto sul nostro blog: troverete moltissime recensioni e guide che potrebbero fare al caso vostro.

Nel mio studio grafico, mi occupo di: grafica pubblicitaria con soluzioni eco-sostenibili, web design, grafica per eventi, grafica per il web e la stampa, ed illustrazione. Inoltre, da tempo collaboro con aziende e case editrici per la redazione di articoli e contenuti multimediali.
Arte, lettura, illustrazione e fotografia… per lavoro e per passione!

Back to top
menu
miglioriadattatori.it